Accueil > COPIL , CROPSAV.... COLLOQUES FAO CIHEAM UNESCO > Fine della lotta obbligatoria al Punteruolo...

Fine della lotta obbligatoria al Punteruolo...

dimanche 2 décembre 2018 - Rédaction SNP

 Faisant suite au calamiteux abandon européen, nos cousins italiens jettent l’éponge. On nous dit que la France ne fera pas de même.... mais rien n’est confirmé. Ce qui est presque amusant comme nous l’avons constaté lors de la dernière conférence de Bari, c’est que l’Italie est tout à fait en pointe dans les recherches concernant la lutte contre ce ravageur de palmiers alors même qu’en France il y a à notre connaissance plus aucune recherche publique sur ce sujet !!!

Fine della lotta obbligatoria al Punteruolo rosso della palma (Rhyncophorus ferrugineus)

Si comunica che con Decreto del Dirigente n. 16625 del 22/10/18 è stato revocato il "Piano di Azione Regionale per contrastare l’introduzione e la diffusione del Punteruolo rosso della palma (Rhyncophorus ferrugineus)", approvato lo scorso anno con DD n. 3997 del 04.04.17.

Tale Decreto è conseguenza dell’abrogazione da parte del Ministero Agricoltura del DM 7 febbraio 2011 relativo a "Misure di emergenza per il controllo del Punteruolo rosso della palma Rhynchophorus ferrugineus (Olivier). Recepimento decisione della Commissione 2007/365/CE e sue modifiche’’ con il decreto 3 agosto 2018, pubblicato sulla GU del 8 ottobre 2018.

Con l’approvazione e la pubblicazione ufficiale degli atti sopra citati, anche in Toscana vengono a cadere tutte le prescrizioni fitosanitarie obbligatorie finora vigenti per la lotta ed il controllo del Punteruolo rosso della palma, fatti salvi eventuali regolamenti o ordinanze comunali già emesse negli anni precedenti ed ancora in vigore.

Tuttavia, nonostante l’abrogazione della lotta obbligatoria, è doveroso ricordare che il Punteruolo rosso è purtroppo ancora presente e diffuso nella nostra regione e, anche se con minore intensità rispetto agli anni precedenti durante i quali ha provocato la morte di oltre seimila esemplari, continuerà molto probabilmente a colpire le palme più sensibili quali le Palme delle Canarie (Phoenix canariensis), ubicate soprattutto lungo le zone costiere.

Pertanto, al fine di cercare di preservare il notevole patrimonio palmicolo ancora presente nella nostra regione e contenere l’ulteriore diffusione del parassita sul territorio, si invitano tutti i possessori di palme, sia privati che pubblici, a continuare, ove possibile, un’attività di controllo e prevenzione del Punteruolo, così come finora fatto in base alle indicazioni fornite nel succitato Piano d’azione regionale.

Nello specifico, si raccomanda di continuare a :

 monitorare lo stato fitosanitario delle palme

 effettuare, dove possibile e necessario, trattamenti preventivi e curativi

 abbattere nel più breve tempo possibile gli esemplari colpiti e non più recuperabili

 distruggere correttamente il materiale infetto (foglie, parte del fusto colpita) tramite triturazione meccanica fine

Si ricorda inoltre che le palme colpite irrimediabilmente da Punteruolo rosso, se non tempestivamente abbattute a cura dei proprietari, possono diventare estremamente instabili e pericolose a causa dell’alto rischio di crollo della pesante parte apicale, (in alcuni rari casi anche dell’intero fusto) e di caduta di foglie, e quindi in grado di provocare seri problemi per l’incolumità delle persone o cose che transitano nelle loro vicinanze.

In ogni caso il Servizio Fitosanitario regionale continuerà a garantire, nei limiti delle risorse disponibili e dei compiti istituzionali di competenza, un supporto tecnico ed informativo a tutti i soggetti pubblici e privati possessori di palme, con particolare riferimento ed attenzione alle Amministrazioni comunali ed alle aziende vivaistiche produttrici dei materiali di moltiplicazione di Palmae.

Ulteriori informazioni in merito possono essere reperite :

 contattando le sedi territoriali del Servizio

 inviando una mail all’indirizzo dedicato : fitosanitario-palme@regione.toscana.it

Ultima modifica : 31/10/2018 11:09:39 - Id : 15753206

Derniers articles

25 février, par Rédaction SNP

L’impossible "en même temps......"

Ce n’est pas sans amertume que nous lisons cette dépêche en anglais (tiens pourquoi) qui nous informe des "regrets" du directeur général de l’ANSES du retrait de l’imidaclopride "an effective product to combat the red palm (...)

23 février, par Rédaction SNP

Créations paysagères en Côte d’Azur

Nul doute que le palmier restera l’honneur....
Le Festival des Jardins aura lieu du samedi 27 mars au dimanche 28 avril 2021. Le Conseil départemental des Alpes-Maritimes lance un concours de créations paysagères sur le thème (...)

Edito

Edito de janvier 2020

21 février, par Rédaction SNP

Chers amis et passionnés du palmier,
Il faut l’admettre, nous sommes à la peine et avons énormément de difficultés à mobiliser les collectivités locales de PACA et d’Occitanie pour prendre leur destin palmier en main. En dehors de la prestigieuse exception de Cannes avec laquelle nous collaborons à préparer , pour le 30 avril 2020, un formidable colloque, nous constatons une sorte de démission collective. Mais on a pas dit notre (...)